4 NOVEMBRE 1918 – 4 NOVEMBRE 2018

4 NOVEMBRE 1918

4 NOVEMBRE 2018

Nell’anniversario della “vittoria” nella Prima Guerra Mondiale, contro ogni militarismo, contro le fabbriche di morte.

Oggi l’intervento militare italiano non è solo in Libia, ma si estende a vari Paesi africani, all’Iraq, all’Afghanistan, all’Oceano Indiano, e in altre missioni ancora. Un impegno in continuità con i governi precedenti e coerente con le alleanze internazionali. Come sempre, il peso economico di queste politiche guerrafondaie si scarica sulla collettività: una parte della manovra economica prevista sarà destinata alle spese militari. Il governo infatti, nei prossimi anni, intende rispettare gli impegni assunti con la NATO dai governi precedenti: impegni che prevedevano di portare la spesa militare al 2% del PIL.

Crescono quindi le possibilità di profitto per il settore militare: l’Italia è tra i principali esportatori di armi ed è nei primi posti europei tra i produttori di armamenti. Il delirio militarista si manifesta anche con le recenti proposte di legge sul ripristino della leva obbligatoria, come quella già votata dalla regione Veneto e quella che si voterà anche nel Friuli Venezia Giulia.

Al di là di qualsiasi propaganda, ribadiamo che le forze armate non hanno mai avuto, né mai avranno, un ruolo educativo.

A Novara, tanto per cambiare, una mozione presentata dalla Lega chiede di armare gli agenti della polizia locale con i taser, le pistole elettriche. Come tutte le armi, anche i taser non sono innocui: hanno già provocato decine di vittime, specie in Nord America.

Noi pensiamo che la cultura delle armi sia deleteria ed alimenti una cultura di violenza che noi contrastiamo. Un piccolo suggerimento per l’amministrazione novarese: perché, invece di spendere in taser, non si sistemano i marciapiedi malridotti della nostra città?

IL 3 NOVEMBRE 2018 ore 15.00
MANIFESTAZIONE ANTIMILITARISTA A GORIZIA:

PER ELIMINARE LE SPESE MILITARI
PER CHIUDERE LE FABBRICHE DI MORTE
PER UN MONDO SENZA PATRIE E SENZA FRONTIERE

Pubblicato in News