C’E’ UNA SOLA RAZZA: QUELLA DISUMANA

!!! ATTENZIONE !!! QUESTO COMUNICATO E’ DESTINATO AD UN PUBBLICO ADULTO, AI MINORI SI CONSIGLIA UNA LETTURA COADIUVATA DA PERSONE MATURE

C’E’ UNA SOLA RAZZA:
QUELLA DISUMANA

La nave Aquarius, con a bordo 629 migranti fra i quali 11 bambini/e e 7 donne incinte, è ferma nel momento in cui scriviamo, il 12/06/2018, a 3 ore di navigazione da Malta che non li vuole accogliere. Strano per una grande isola che conta ben 450.000 abitanti, estesa più o meno come il nostro Molise; l’Italia ha qualche abitante e porto in più: non li accogliamo. La pacchia per questi esseri umani, pardon oggetti sconosciuti, non comincerà nel “bel paese” ma in Spagna più precisamente a Valencia. Persone fuggite dalle loro case piene di comfort per pura curiosità di venire in Europa, altro che sfuggire da guerre e miseria. Come disse alcuni anni fa un autorevole politico di Arcore:” La storia si ripete, Ventotene (uno dei campi di confino degli oppositori al fascismo) era un luogo di villeggiatura”. Ma poi che importa se tante/i, quasi tutte/i, vorrebbero stabilirsi nel Nord Europa, da qui passano pieni di malattie, ma ci bastano le nostre di malattie provocate dall’inquinamento, dall’amianto, dalla chimica o dagli allevamenti intensivi. Poco importa se tante/i straniere/i si stabiliscono nelle nostre campagne da nord a sud, in regime di schiavitù, rischiando quotidianamente la vita (a San Ferdinando, nella piana di Gioia Tauro, viene ucciso a fucilate il bracciante e militante sindacale maliano Soumaila Sacko), per raccogliere frutta e verdura, così costa meno al consumatore finale. Tanto non si è obbligati a rinnovare i contratti di lavoro, tutte questioni obsolete. Si, è vero, anche gli italiani sono da sempre un popolo di migranti, ma erano altri tempi; oggi migliaia di giovani, operai, tecnici, laureati lasciano l’Italia per trovare lavoro soprattutto in Inghilterra e Germania. Che stupidi, non amano la nostra terra!!! E poi che importa se tantissime/i connazionali tra ‘800 e ‘900 sono emigrate/i in America; molte/i hanno lasciato un marchio indelebile che ancora oggi ci contraddistingue: la mafia. Molto più importante e l’Italia ne va fiera, che ci siano badanti ucraine/i, marocchine/i, filippine/i che curano i nostri anziani; loro abbandonano i loro cari per amore del nostro paese… e dobbiamo pure retribuirli. Per concludere: ci dispiace che la nostra grande produzione bellica non venga inserita nel patrimonio mondiale dell’umanità, ci dispiace che ogni tanto anche i grandi media democratici citino un certo A. Einstein il quale diceva: “Esiste solo una razza: quella umana”; pover’uomo, ma in che mondo viveva???